Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se decidi di continuare la navigazione, consideriamo che accetti il loro uso. Per ulteriori informazioni riguardanti anche la modalità di modifica delle impostazioni dei cookie, leggi la nostra Informativa sulla privacy
| sadowod.com | vivaspb.com |

PROGRAMMA DIDATTICO

Il Tecnico Superiore per l’organizzazione e la fruizione dell’informazione e della conoscenza Videomaker con competenze in tecniche di produzione per il Cinema, la Tv e il Web è una figura professionale in grado di realizzare in completa autonomia un prodotto audiovisivo. L’evoluzione tecnologica che ha accresciuto la disponibilità di tecnologie prosumer (videocamere e software di editing digitali) ha aumentato la diffusione di tale figura professionale che racchiude sia competenze narrative sia competenze tecniche multimediali, quali gestione di telecamere digitali, software di montaggio, area del web design, fotografia, grafica.


Il programma didattico spazia dalla ideazione alla realizzazione di un format, di un pilota da proporre al nuovo mercato televisivo italiano ed europeo, partendo dalle tecniche di ideazione, narrazione, progettazione del prodotto per passare attraverso le fasi di produzione e postproduzione per arrivare a elementi di marketing, pitching, promozione del proprio lavoro. Il programma di studio è arricchito da competenze tecnico/pratiche utili per lavorare nel settore cinematografico.

Tutto questo affiancando la teoria con la pratica della ripresa, del montaggio e l’utilizzo delle tecnologie più moderne tra le quali il Virtual Set 3D installato nei teatri di posa dell’Istituto Rossellini.

La formazione a tutto tondo in videomaking, offre un innegabile potenziale anche per chi mira a lavorare in ambiente cinematografico e televisivo. Il videomaker fa in piccolo quello che una intera struttura di produzione esegue in modo concertato. Le competenze acquisite durante il corso sono pertanto anche una buona base per andare a ricoprire ruoli tecnici della filiera di produzione quali quello di operatore, montatore, assistente di produzione, edizione ed altro. Essendo però queste realtà di lavoro molto strutturate e complesse una ulteriore specializzazione o apprendistato sarà per molti necessaria, ma ciò non toglie che chi accederà a tali carriere avrà il vantaggio innegabile di avere assorbito, attraverso questo biennio di studio di alta formazione tecnica, una visione e una preziosa consapevolezza d’insieme delle problematiche tipiche di tutti i ruoli produttivi implicati.